Cosa c’entrano gli eventi col turismo?

Festivaletteratura di Mantova - foto di Paola Gemelli

Festivaletteratura di Mantova… I want to be Here! – foto di Paola Gemelli

Eventi e turismo vanno d’accordo eccome. E forse più di quel che immaginate. Esiste un turismo degli eventi, ma non finisce qui…

Facciamo un gioco?

Provate a completare le voci nell’elenco:

  1. Il carnevale di …
  2. La mostra del cinema di…
  3. L’Eurochocolate di…
  4. Il Salone del gusto di…
  5. Il Salone del libro di…
  6. Il Palio di…

Fatto? Scommetto che le avete indovinate tutte o quasi.

Comunque ecco le risposte giuste: 1. Venezia/Viareggio, 2. Venezia, 3. Perugia, 4. e 5. Torino, 6. Siena.

In effetti, sono alcuni dei più noti eventi culturali e di intrattenimento italiani. Tutti associati, già nel nome, al luogo in cui si svolgono. Un evento offre “qualcosa in più da fare” una volta che ci si trova in una destinazione turistica, costituendo quindi un completamento dell’offerta turistica, ma può essere anche la motivazione vera e propria del viaggio. Penso al cosiddetto turismo d’affari, ovvero a quando, ad esempio, ci si sposta per partecipare a fiere e congressi, ma anche al turismo degli eventi tutte quelle forme di turismo legate ad una passione e alla ricerca di un’esperienza come il partecipare ad una manifestazione sportiva o culturale (musicale, gastronomica, legata alle tradizioni del luogo…), ad un evento aggregativo che riunisce persone di provenienze diverse, unite da quella precisa passione, per il piacere di condividerla con altri. Un turista potrebbe recarsi in una località, a lui sconosciuta o comunque mai apparsa interessante ai suoi occhi, solo perché interessato all’evento. E poi tornarci l’anno successivo o scoprire altri motivi di interesse.  In ogni caso, se soddisfatto, contribuirà a divulgare un’immagine positiva della destinazione.

Eventi e turismo: strumento per…

Per quanto detto sopra, gli eventi sono uno strumento importante per chi si occupa di turismo e non solo, ma esattamente per quali aspetti? Ecco quali:

  • gli eventi sono uno strumento per chi voglia fare incoming.
  • un evento può farsi strumento di comunicazione per una destinazione turistica, contribuendo a definirne l’identità e quindi il brand e un preciso posizionamento o riposizionamento sul mercato.
  • gli eventi possono essere strumento di rigenerazione urbana, lasciando in eredità sul territorio infrastrutture e cultura.
  • gli eventi possono essere strumento di coesione sociale. E questo anche nel caso di eventi minori, di interesse solo locale, che però hanno il merito di offrire ai residenti un’occasione di riscoprire la città e rafforzare il senso di appartenenza. Fattori che, come spiegato in altri post su questo blog, contribuiscono al successo di una destinazione turistica.

Eventi e turismo: tutti i benefici

Riassumendo, ecco un elenco di benefici che una destinazione turistica ricava dall’ospitare eventi:

  • Incremento dei flussi turistici
  • Incremento durata soggiorni
  • Aumento della spesa turistica
  • Promozione della realtà locale
  • Incremento di specifici segmenti di mercato
  • Aumento e miglioramento delle infrastrutture e dei servizi, miglioramento capacità ricettiva
  • Attrazione dei turisti nei periodi di bassa stagione
  • Maggiore soddisfazione dei visitatori, quindi passaparola positivo
  • Effetti economici moltiplicativi
  • Rafforzamento/miglioramento immagine di un luogo
  • Lancio o riconversione immagine località e nuovo posizionamento
  • Crescita della notorietà di una località
  • Attenzione dei media
  • Valorizzazione e conservazione del patrimonio culturale e artistico locale
  • Maggiore coesione sociale

 

Attenzione, però: non è semplice organizzare eventi… occorre ad esempio saperne stimare l’impatto, governare i flussi e l’incoming, collegare i vari aspetti e coordinare il tutto, saper adeguare il territorio conoscendo le proprie potenzialità, individuando le problematiche e potenziando strutture e infrastrutture…  E’ inoltre un difficile equilibrio tra vari interessi da tenere presenti: quelli dei residenti, dei visitatori e degli organizzatori… Altrimenti più che di benefici ci ritroveremo a parlare di contraccolpi non proprio piacevoli.

Allora… ora è più chiaro cosa c’entrano eventi e turismo?

La vostra esperienza cosa dice? Frequentate eventi, li organizzate? I commenti sono aperti alle vostre opinioni!

Annunci

2 pensieri su “Cosa c’entrano gli eventi col turismo?

  1. Ciao, ho monitorato il tuo blog nelle scorse settimane. Ti contatto perché vorrei stringere una collaborazione a carattere informativo di notizie di rilievo del mio territorio (Valle Brembana, Bergamo). Nel link che vedi sotto, c’è un articolo relativo al primo Torneo Mondiale di Mungitura a Mano, organizzato dal Comitato Fiera San Matteo di Branzi, Latteria di Branzi, Formaggio Tipico di Branzi e Noi, che siamo la Baita dei Saperi e dei Sapori e avrà luogo il 28 Settembre nel paese di Lenna (Bergamo) Noi proponiamo due articoli di rilievo e nota a settimana, e se il blogger è interessato può riproporli sul proprio blog (integrali e anche rielaborati) e noi in cambio lo linkiamo e promuoviamo sui nostri canali social e di ritorno, quindi, daremmo ampia visibilità al tuo blog, ringraziandoti con nome e cognome e indirizzo del link.

    http://baitadeisaperiesapori.com/2014/09/09/il-campionato-del-mondo-di-mungitura-a-mano-di-vacche-in-valle-brembana/

    Francesco Maroni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...