Mantova tra arte e storia

Vista su Sant'Andrea a Mantova - foto di Paola Gemelli

Vista su Sant’Andrea a Mantova – foto di Paola Gemelli

Se come me siete appassionati di arte e storia, Mantova è la meta che fa per voi!

Non mi credete? Io a Mantova ci sono nata e ci torno spesso. A questa bella città mi lega davvero un rapporto d’affetto. Forse la mia opinione potrebbe sembrarvi poco obiettiva… le mie parole non saranno esagerate? Me lo sono chiesta anch’io. E allora, per curiosità, sono andata a leggere quello che le altre persone pensano di Mantova… e ho scritto un post per il blog “Qui Mantova” che di seguito vi ripropongo!

Città d’arte, dalle origini romane ai fasti del Rinascimento fino al periodo più recente, vanta secoli di storia.  E’ per questo che Mantova saprà soddisfare la vostra sete di bellezza… e lo farà raccontandosi attraverso un patrimonio unico al mondo! Parlo per esperienza personale. Un consiglio: non limitatevi al capoluogo, prendetevi più tempo e lasciatevi accompagnare in un viaggio nel tempo che renderà il vostro soggiorno a Mantova davvero indimenticabile

I viaggiatori dicono che…

Io sono sempre curiosa di sapere cosa pensano le altre persone dei posti che vorrei vedere… e voi?  Da Tripadvisor ecco alcune delle recensioni più recenti, scelte tra quelle dei contributori più attivi.

Palazzo Te a Mantova per Abacab1963 è “Da visitare assolutamente quando si va in gita a Mantova. Ci sono affreschi meravigliosi e tutto il complesso è molto interessante sia storicamente che artisticamente”, mentre MauroN afferma: “rivisto e lo rivedrò ancora … un grande monumento all’arte! prima di andare a Firenze, Venezia, Roma, ecc. (ma anche dopo …) passate e indugiate su questa meraviglia!”. E ancora Giuliocinzia: “Storia e arte la fanno da padroni” e beppebb: “Straordinario, quale altro aggettivo usare ?? Ti perdi ad ammirare la raffinatezza con cui i Gonzaga usavano circondarsi, quasi un sogno”.

La Rotonda di San Lorenzo a Mantova è per Alessio15 “una visita indietro nei secoli” e per Geremia54 un “Notevole capolavoro! Da visitare”. Giuliettam la trova “suggestiva. Assolutamente da visitare questa costruzione rotonda unica nel suo genere. Il contesto di Piazza delle Erbe contribuisce a rendere l’atmosfera molto romantica!”

Ancora: Palazzo Ducale è “Bello da vedere, alcune sale sono mozzafiato” per Madog s, mentre Abacab1963 lo definisce “Capolavoro di arte e storia”. “A casa dei Gonzaga – un tuffo nella storia.”: così si esprime Terry V. E mareluna0708: “Chi l’avrebbe mai detto che in una città di cui poche persone parlano ci fosse un posto così bello che appare all’improvviso nella sua maestosità… da non perdere assolutamente”

Il castello di San Giorgio? Dice Antonio A: “Appena si arriva a Mantova non si può notare il lago e dall’altro lato il castello con le 4 torri. E’ davvero uno spettacolo di storia che conserva questa cittadina attraverso il suo castello.”

C’è spazio anche per la provincia e in particolare per l’Alto Mantovano, con recensioni tra Solferino,  dove “si respira la storia” (Giuseepe C), e Castiglione delle Stiviere, dove ha sede il Museo della Croce rossa, “il Museo di tutta l’Umanità (…) tutti dovrebbero almeno una volta nella vita visitarlo insieme a MariaGrazia Baccolo che vi spiegherà con passione tutta la storia della nascita di questa idea unica e meravigliosa che ha cambiato il mondo”. Territori teatro di battaglie, ma anche terra d’origine della Croce rossa, sono proprio da vedere, affinché certe nozioni non rimangano astratti ricordi scuola, perché, come dice gabrishelby: “Che valore assume la storia visitando i luoghi!”

Lo pensa anche l’Unesco

I visitatori lo sanno da sempre, l’Unesco se n’è accorta nel 2008 e da allora Mantova e Sabbioneta sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Perché “offrono una testimonianza eccezionale di realizzazione urbana, architettonica e artistica del Rinascimento, collegate tra loro attraverso le idee e le ambizioni della famiglia regnante, i Gonzaga. (…) esse sono servite di riferimento per gran parte delle successive esperienze di costruzione della città fino all’epoca moderna”. Sabbioneta, città di nuova fondazione basata sul concetto di città ideale, e Mantova, rinnovata nei secoli XV e XVI attraverso opere urbanistiche, architettoniche e di ingegneria idraulica, sono da vedere insieme. Per visitare Mantova e Sabbioneta, a solo una quarantina di km l’una dall’altra, avete a disposizione la Mantova Musei Card (che sarà utile anche per molto altro), la linea Unesco (una comoda navetta) http://www.mantovasabbioneta-unesco.it/index.php/linea-unesco e una più impegnativa pista ciclabile.

Un paio di consigli tutti per voi

Mantova ancora si salva dal turismo di massa, ma se cercate luoghi tranquilli e non meno carichi di arte, storia e bellezza, allora allungatevi anche un po’ fuori città.

Andate all’antico  santuario della Beata Vergine Maria delle Grazie a Curtatone, raggiungibile da Mantova anche via acqua. Risale ai primi del ‘400 e fu voluto da Francesco Gonzaga. Esempio di gotico lombardo fuori, dentro conserva non solo opere di arte sacra ma anche 53 coloratissime statue, sorprendente testimonianza di fede popolare.

Oppure scendete nel basso mantovano verso il grande fiume e raggiungete San Benedetto Po e il complesso monastico di Polirone. Anche Matilde di Canossa, nata a Mantova nel 1046 e una delle figure  più importanti del Medioevo italiano, preferiva queste aree rurali. Fondato dal nonno, il complesso monastico sorprende per la bellezza dei suoi chiostri, lo scenografico scalone Barberiniano e il Museo Civico Polironiano, fra i maggiori musei etnografici d`Italia e custode – con oltre 13.000 oggetti – della storia della cultura popolare padana.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...